Granola al cocco e sciroppo d’acero

granola

Granola al cocco e sciroppo d’acero

  • 25 g di germe di grano
  • 300 g di fiocchi d’avena
  • 50 g di cocco disidratato in scaglie
  • 100 g di anacardi, tritate grossolanamente
  • 2 cucchiai (30 g) di olio di cocco (si può sostituire con olio EVO)
  • un pizzico di sale
  • 160 g di sciroppo d’acero
  • un pizzico di cannella
  • 1 albume
  • 220 g di cranberry essiccati o altra frutta secca a piacere.

Scaldate il forno a 150°C. Scaldate una padella (senza olio) su fuoco medio e tostatevi il germe di grano per 5 minuti, mescolando spesso.

Unite il germe di grano tostato con i fiocchi d’avena, il cocco e gli anacardi in una ciotola capiente. Scaldate insieme in un pentolino l’olio di cocco e lo sciroppo d’acero finché non cominci a sobbollire. Togliete lo sciroppo dal fuoco e versatelo sul composto di fiocchi d’avena. Mescolate bene per amalgamare il tutto.

Con una frusta a mano, montate leggermente l’albume per renderlo un po’ spumoso, ma non a neve. Quindi unite l’albume al composto di fiocchi d’avena e mescolate bene.

Rivestite una teglia di carta forno e versateci il composto preparato stendendolo in uno strato omogeneo. Pizzicate tutto con la punta delle dita per compattarlo. Cuocete nel forno preriscaldato per 40-50 minuti. A metà cottura, girate delicatamente delle grandi sezioni di granola con una spatola. Controllate spesso il livello di cottura: la granola deve diventare dorata ma non deve scurirsi troppo!

Fate raffreddare completamente la granola, spezzettatela se i pezzi fossero troppo grandi e aggiungete a questo punto i cranberry essiccati, uvetta o altra frutta secca a piacere. La granola si conserva a temperatura ambiente in un contenitore ermetico per 2 settimane.

{ 2 Commenti }
  • Francesca
    giu 29, 2017

    Ciao! Innanzitutto, complimenti per il sito! Poi, una domanda: con cosa si può sostituire lo sciroppo d’acero? Perché non mi piace proprio il suo sapore. Magari col miele…?

    Francesca giu 29, 2017
    Replica
    • lug 12, 2017

      Ciao Francesca, sí lo puoi sostituire tranquillamente con il miele

      Laurel lug 12, 2017

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *