Fagottini di tacchino

pot-pies

Sono stati giorni di grandi mangiate senza sosta, gli ultimi, e non vedo segnali di cambiamento all’orizzonte. Io e la mia famiglia siamo alle prese con un frigo pieno di avanzi del Giorno del Ringraziamento, pronti ad essere utilizzati in altrettante ricette quante ne saranno permesse dalla nostra creatività e dai nostri stomaci. Se doveste trovarvi anche voi nella stessa situazione, ecco una maniera perfetta per tramutare il tacchino avanzato in una nuova ricetta. Nel caso aveste del pollo a disposizione, andrà benissimo lo stesso.

 Fagottini di tacchino

  • 200 g di tacchino cotto, tritato
  • 1 carota, tritata
  • 1 costa di sedano, tritata
  • 1 cipolla, tritata
  • 20 g di farina
  • 20 g di burro
  • 200 ml brodo di tacchino o di pollo
  • 200 ml di latte
  • 70 g di piselli congelati
  • un pizzico di timo fresco tritato
  • 1 cucchiaino di prezzemolo fresco tritato
  • 1 rettangolo di pasta sfoglia, o due dischi
  • un tuorlo sbattuto con 1 cucchiaino d’acqua
per 6

In una casseruola ampia su fuoco medio, soffriggete la cipolla, le carote e il sedano per circa 5 minuti. Mettete da parte le verdure.

Fondete il burro in una casseruola su fuoco medio, versateci la farina e mescolate costantemente per un paio di minuti. Continuate a mescolare mentre versate a filo 200 ml del brodo di tacchino o di pollo, quindi anche il latte. Portate a ebollizione, mescolando sempre, e continuate a cuocere finche’ la salsa si addensa. Togliete dal fuoco, salate e pepate a piacere, e unite i piselli congelati, il timo e il prezzemolo. Aggiungete le verdure e il tacchino tritato. Aggiustate il sale e i sapori.

Tagliate la pasta sfoglia in 6 quadrati con cui fodererete gli stampini, lasciando abbastanza bordo per chiudere i fagottini.

Riempite con il composto di pollo e chiudete i fagottini. Spennellateli con l’uovo sbattuto con l’acqua e infornate a 180°C per 25 minuti.