Pancake

Pubblico questa ricetta per puro amore. Amore per i pancakes? Si, ma ancor più per i lettori del blog. Penso che ognuno di voi si meriti di gustarli. I pancakes sono stati rivisitati, re-inventati, aggiornati e decostruiti così spesso, da rendere ormai raro incontrarne la ricetta originale. In Italia mi capita spesso di imbattermi in “Bakery” di stile americano che ostentano in vetrina pile di pancakes pronti ad essere riscaldati e serviti. I pancakes devono, lo ripeto DEVONO essere preparati al momento, e consumati entro due minuti da quando sono cotti. Una volta provata questa ricetta capirete da soli i motivi di tanta intransigenza, e non tornerete più indietro.

Oltre a quanto appena detto, ecco alcuni trucchi per ottenere il “pancake perfetto”:

  1. Utilizzando sia lievito per dolci sia bicarbonato nel composto risulterà in un pancake ben lievitato e soffice.
  2. Il latticello (o il mio efficace sostituto) aiuta l’azione del lievito, rendendo la consistenza delicata e donando un sapore leggermente più acidulo.
  3. NON mescolate troppo. È importante frenare l’istinto naturale di girare l’impasto finché non diventi perfettamente omogeneo e senza grumi, che risulterebbe in pancakes più piatti e duri. Smettete quindi di mescolare quando vi sono ancora grumi e alcune striscie di farina nell’impasto.

È tutto qui, vi invito a tuffarvi in una pila di semplici, soffici, fragranti pacakes ancora fumanti, guarniti con nient’altro che sciroppo d’acero puro e viscoso. Sono pronta a scommettere che sarò altrettanto riamata da voi.

 Pancakes

  • 150 g di farina 00
  • 2 cucchiaini (10 g) di zucchero
  • un pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 220 g di latticello (oppure sostituire con 110 g di latte 110 g di yogurt e qualche goccia di succo di limone seguendo questa ricetta)
  • 1 uovo
  • 40 g di burro fuso
  • Olio di semi per ungere la padella
  • sciroppo d’acero per servire
per 5 pancake grandi, o 10 piccoli

Setacciate insieme la farina, lo zucchero e sale, il lievito e il bicarbonato di sodio, mettete da parte.

In un’altra terrina, sbattete insieme il latticello, l’uovo e il burro fuso. Unite questo composto al composto con la farina e mescolate solo fino ad amalgamarli. La pastella sarà un po’ grumosa, non mescolatela troppo.

Scaldate pochissimo olio in una padella antiaderente su fuoco medio. Quando la padella sarà ben calda, versateci un mestolo di pastella, creando una pancake rotondo. Girate la pancake quando al centro si formano delle bolle, circa 2-3 minuti. Quando la girate, il fondo dovrebbe essere ben dorato. Cuocete l’altro lato finché sarà dorato, altri 2 minuti.

Ripetete con il resto della pastella e servite subito con una noce di burro ammorbidito e sciroppo d’acero.

179 Comments

  • Ciao! A Miami avevo mangiato i pancakes con farina integrale.. Secondo te basta sostituire la farina o bisogna fare qualche altra modifica? Grazie!!

  • Ciao Marco! Puoi tranquillamente raddoppiare le dosi. Non ti consiglio di preparare l’impasto la sera prima per il problema del lievito ma anche perché il burro sciolto nel impasto si solidifica in frigo. Potresti invece mescolare insieme tutti gli ingredienti secchi (i primi 5 ingredienti) e conservarli fuori il frigo, e mescolare in un’altra ciotola il latticello e le uova da conservare in frigo. Il giorno dopo dovresti solo aggiungere il burro sciolto al latticello e uova, e unirli al composto di farina. In questo modo ottieni un’impasto perfetto in pochissimo tempo!

  • Complimenti, ormai ho deciso che la domenica devo fare la colazione con i pancakes! Avrei tre domande: ma se volessi raddoppiare la dose della ricetta da 5 grandi pancakes a 10 grandi, dovrei semplicemente raddoppiare la dose di ogni ingrediente? Se volessi prepararlo la sera prima, potrei fare l’impasto senza lievito e bicarbonato, e potrei aggiungerli poco prima dell’uso? Se mi confermi che si può fare, l’impasto deve riposare a temperatura ambiente per qualche minuto prima di cuocerlo? Grazie, scusa il disturbo.

  • Ciao Laurel,
    grazie per questa deliziosa ricetta.
    Faccio da sempre i pancakes ma spesso uso il preparato che si compra in alcuni supermercati… questa tuoi pancakes sono favolosi!
    L’unico inconveniente è che il centro mi rimane un po’ liquido (o crudo), a meno di non “bruciare” l’esterno… hai qualche suggerimento?

  • Ciao Ilaria, no l’albume non va montato da parte, e l’impasto deve rimanere un po’ liquido ma non troppo. Se ti risulta troppo liquidi potresti aggiungere un cucchiaio di farina.

  • Io ho notato che l’impasto è molto meno liquido rispetto alle altre ricette…..

    Ps: L’albume non andrebbe montato a neve a parte?

  • Ho provato varie ricette dei pancake ma la tua è strepitosa, il libro è stupendo. Per adesso ho provato anche i muffin anche questa è strepitosa . Poi mi hai fatto scoprire il latticello non lo abbandonero’ mai più. Grazie mille di farci scoprire le ricette migliori della tua terra pian piano le proverò tutte.

  • Laurel ma io ti adoro! *-* Finalmente ho trovato la Ricetta perfetta dei pancakes! Grazie e complimenti per tutte le tue ricette appetitose :)

  • Ciao Eli! Non puoi lasciare l’impasto tutta la notte perché il bicarbonato comincia a lievitare appena tocca il latticello. Potresti portarti avanti dosando e mescolando insieme gli ingredienti secchi (la farina, lo zucchero, i lieviti, ecc). Così la mattina dovrai solo mescolare insieme il latticello col uovo e burro e unire tutto.

  • Ciao Laurel! Ho il tuo libro e da tempo avevo “puntato” questa ricetta ma… posso fare l’impasto la sera, lasciarlo in frigorifero tutta la notte e la mattina cuocerli? Grazie, ciao!

  • C’è tempo fino al 20 aprile per iscriversi alle selezioni della nuova stagione di Masterchef. Per partecipare è necessario aver compiuto 18 anni, essere dei cuochi amatoriali (ovvero non aver mai lavorato nel campo della ristorazione a livello professionale) e compilare l’apposito form sul sito: masterchef.sky.it/casting

Lascia un commento