Pancake

Pubblico questa ricetta per puro amore. Amore per i pancakes? Si, ma ancor più per i lettori del blog. Penso che ognuno di voi si meriti di gustarli. I pancakes sono stati rivisitati, re-inventati, aggiornati e decostruiti così spesso, da rendere ormai raro incontrarne la ricetta originale. In Italia mi capita spesso di imbattermi in “Bakery” di stile americano che ostentano in vetrina pile di pancakes pronti ad essere riscaldati e serviti. I pancakes devono, lo ripeto DEVONO essere preparati al momento, e consumati entro due minuti da quando sono cotti. Una volta provata questa ricetta capirete da soli i motivi di tanta intransigenza, e non tornerete più indietro.

Oltre a quanto appena detto, ecco alcuni trucchi per ottenere il “pancake perfetto”:

  1. Utilizzando sia lievito per dolci sia bicarbonato nel composto risulterà in un pancake ben lievitato e soffice.
  2. Il latticello (o il mio efficace sostituto) aiuta l’azione del lievito, rendendo la consistenza delicata e donando un sapore leggermente più acidulo.
  3. NON mescolate troppo. È importante frenare l’istinto naturale di girare l’impasto finché non diventi perfettamente omogeneo e senza grumi, che risulterebbe in pancakes più piatti e duri. Smettete quindi di mescolare quando vi sono ancora grumi e alcune striscie di farina nell’impasto.

È tutto qui, vi invito a tuffarvi in una pila di semplici, soffici, fragranti pacakes ancora fumanti, guarniti con nient’altro che sciroppo d’acero puro e viscoso. Sono pronta a scommettere che sarò altrettanto riamata da voi.

 Pancakes

  • 150 g di farina 00
  • 2 cucchiaini (10 g) di zucchero
  • un pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 220 g di latticello (oppure sostituire con 110 g di latte 110 g di yogurt e qualche goccia di succo di limone seguendo questa ricetta)
  • 1 uovo
  • 40 g di burro fuso
  • Olio di semi per ungere la padella
  • sciroppo d’acero per servire
per 5 pancake grandi, o 10 piccoli

Setacciate insieme la farina, lo zucchero e sale, il lievito e il bicarbonato di sodio, mettete da parte.

In un’altra terrina, sbattete insieme il latticello, l’uovo e il burro fuso. Unite questo composto al composto con la farina e mescolate solo fino ad amalgamarli. La pastella sarà un po’ grumosa, non mescolatela troppo.

Scaldate pochissimo olio in una padella antiaderente su fuoco medio. Quando la padella sarà ben calda, versateci un mestolo di pastella, creando una pancake rotondo. Girate la pancake quando al centro si formano delle bolle, circa 2-3 minuti. Quando la girate, il fondo dovrebbe essere ben dorato. Cuocete l’altro lato finché sarà dorato, altri 2 minuti.

Ripetete con il resto della pastella e servite subito con una noce di burro ammorbidito e sciroppo d’acero.

179 Comments

  • Ciao Gina, la pastella deve essere più densa rispetto a una pastella da crepe, ma non dovrebbe neanche essere troppo densa da versare dal mestolo. Quando raddoppi i dosi delle volte dovresti aggiustare leggermente la quantità di latte, quindi nel tuo caso aggiungendone un pochino. Ricordati anche di non mescolare troppo la pastella, anche quello potrebbe farla diventare collosa.

  • Scusami ma mi direste come deve essere la consistenza di questa pastella per cortesia?
    Io l’ho fatta… ho raddoppiato solo le dosi… e si appiccicava al mestolo come colla, tanto da non poterla distribuire in pentola! Deve essere così o ho sbagliato io? Ma in cosa…?

  • Ciao se sostituisco l’olio con il burro il risultato è lo stesso? La quantità di olio è la stessa del burro?

  • Grazie mille per aver pubblicato questa ricetta. I pancake sono ottimi ed il procedimento facile e veloce. Grazie mille!

  • Grazie mille…pancacke buonssimi,fatti sta mattina, anche se al posto del burro ho usato l’olio di semi,ma comunque sono venuti perfetti e buonissimi
    Grazie mille
    Martina
    Baci
    Baci

  • Welcome Gloria! I’m so happy you found my blog, and that it can bring back delicious childhood memories! Thanks so much for the sweet note :)

  • Hi Laurel! Overjoyed to have discovered your blog the other day! I’m a “London Lass” age 69….born and bred in the UK but of Italian origin and living between Parma and Piacenza since the eighties. Having looked at your recipes with all the measurements in grams is so inspiring because I feel much more confident in trying them out, especially the muffins and pancakes which bring back so many childhood memories. I can still remembered my mum’s superb golden syrup puddings and Apple pies with lots of creamy custard!!!! I’ll be busy trying lots of your recipes in the next couple of weeks! Thank you sincerely ????????Gloria

  • Ciao Laura! Purtroppo non ho tanta esperienze con la cucina senza glutine. Ma so che ci sono tanti mix di farine gluten-free che sono adatti alla pasticceria/torte/muffin, quindi sceglierei una di quelle.

Rispondi a Phoebes Annulla risposta