Pancake

Pubblico questa ricetta per puro amore. Amore per i pancakes? Si, ma ancor più per i lettori del blog. Penso che ognuno di voi si meriti di gustarli. I pancakes sono stati rivisitati, re-inventati, aggiornati e decostruiti così spesso, da rendere ormai raro incontrarne la ricetta originale. Queste famose frittelle americane sono soffici e leggere, e vengono mangiate con abbondante sciroppo d’acero (sono buonissimi anche con zucchero a velo o cioccolato fuso). In Italia mi capita spesso di imbattermi in “Bakery” di stile americano che ostentano in vetrina pile di pancakes pronti ad essere riscaldati e serviti. Ma lo dico qui una volta per tutti: i pancakes devono, lo ripeto DEVONO essere preparati al momento, e consumati entro due minuti da quando sono cotti. Una volta provata questa ricetta pancake capirete da soli i motivi di tanta intransigenza, e non tornerete più indietro.

Oltre a quanto appena detto, ecco alcuni trucchi per ottenere il “pancake perfetto”:

  1. Utilizzando sia lievito per dolci sia bicarbonato nel composto risulterà in un pancake ben lievitato e soffice.
  2. Il latticello (o il mio efficace sostituto) aiuta l’azione del lievito, rendendo la consistenza delicata e donando un sapore leggermente più acidulo.
  3. NON mescolate troppo. È importante frenare l’istinto naturale di girare l’impasto finché non diventi perfettamente omogeneo e senza grumi, che risulterebbe in pancakes più piatti e duri. Smettete quindi di mescolare quando vi sono ancora grumi e alcune striscie di farina nell’impasto.

È tutto qui, vi invito a tuffarvi in una pila di semplici, soffici, fragranti pacake ancora fumanti, guarniti con nient’altro che sciroppo d’acero puro e viscoso. Sono pronta a scommettere che sarò altrettanto riamata da voi.

 Pancake

  • 150 g di farina 00
  • 2 cucchiaini (10 g) di zucchero
  • un pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 220 g di latticello (oppure sostituire con 110 g di latte 110 g di yogurt e qualche goccia di succo di limone seguendo questa ricetta)
  • 1 uovo
  • 40 g di burro fuso
  • Olio di semi per ungere la padella
  • sciroppo d’acero per servire
per 5 pancake grandi, o 10 piccoli

Setacciate insieme la farina, lo zucchero e sale, il lievito e il bicarbonato di sodio, mettete da parte.

In un’altra terrina, sbattete insieme il latticello, l’uovo e il burro fuso. Unite questo composto al composto con la farina e mescolate solo fino ad amalgamarli. La pastella sarà un po’ grumosa, non mescolatela troppo.

Scaldate pochissimo olio in una padella antiaderente su fuoco medio. Quando la padella sarà ben calda, versateci un mestolo di pastella, creando una pancake rotondo. Girate la pancake quando al centro si formano delle bolle, circa 2-3 minuti. Quando la girate, il fondo dovrebbe essere ben dorato. Cuocete l’altro lato finché sarà dorato, altri 2 minuti.

Ripetete con il resto della pastella e servite subito con una noce di burro ammorbidito e sciroppo d’acero.

179 Comments

  • Ciao Gina, la pastella deve essere più densa rispetto a una pastella da crepe, ma non dovrebbe neanche essere troppo densa da versare dal mestolo. Quando raddoppi i dosi delle volte dovresti aggiustare leggermente la quantità di latte, quindi nel tuo caso aggiungendone un pochino. Ricordati anche di non mescolare troppo la pastella, anche quello potrebbe farla diventare collosa.

  • Scusami ma mi direste come deve essere la consistenza di questa pastella per cortesia?
    Io l’ho fatta… ho raddoppiato solo le dosi… e si appiccicava al mestolo come colla, tanto da non poterla distribuire in pentola! Deve essere così o ho sbagliato io? Ma in cosa…?

  • Ciao se sostituisco l’olio con il burro il risultato è lo stesso? La quantità di olio è la stessa del burro?

  • Grazie mille per aver pubblicato questa ricetta. I pancake sono ottimi ed il procedimento facile e veloce. Grazie mille!

  • Grazie mille…pancacke buonssimi,fatti sta mattina, anche se al posto del burro ho usato l’olio di semi,ma comunque sono venuti perfetti e buonissimi
    Grazie mille
    Martina
    Baci
    Baci

  • Welcome Gloria! I’m so happy you found my blog, and that it can bring back delicious childhood memories! Thanks so much for the sweet note :)

  • Hi Laurel! Overjoyed to have discovered your blog the other day! I’m a “London Lass” age 69….born and bred in the UK but of Italian origin and living between Parma and Piacenza since the eighties. Having looked at your recipes with all the measurements in grams is so inspiring because I feel much more confident in trying them out, especially the muffins and pancakes which bring back so many childhood memories. I can still remembered my mum’s superb golden syrup puddings and Apple pies with lots of creamy custard!!!! I’ll be busy trying lots of your recipes in the next couple of weeks! Thank you sincerely ????????Gloria

  • Ciao Laura! Purtroppo non ho tanta esperienze con la cucina senza glutine. Ma so che ci sono tanti mix di farine gluten-free che sono adatti alla pasticceria/torte/muffin, quindi sceglierei una di quelle.

  • Meravigliosi! Mia figlia li adora, ma ho una domanda: secondo te è possibile congelare l’impasto? Farne meno di un uovo è impossibile, ma me ne avanza sempre più della metà..

  • Dovresti cercare farine con un “w” basso! Tipo w 100- 150 lo trovi scritto sulle info della farina

  • Ciao Laurel, avrei bisogno di un’informazione, per quanto riguarda l’uovo, va separato l’albume dal tuorlo oppure no?

  • Oltre ammorbidire l’impasto, il latticello agisce anche sul gusto del prodotto finale, aggiungendo una nota acidula molto buono. Inoltre, l’acido nel latticello aiuta la lievitazione del bicarbonato. Quindi ti direi di usarlo comunque!

  • Ciao, ho provato la ricetta con il latticello fatto ‘in casa’ come hai indicato. L’unica cosa che la farina risulta troppa . L’impasto è uscito troppo denso ed ho dovuto diluirlo ulteriormente con latte . Dove sta il problema? Grazie! ( comunque erano buonissimi lo stesso!)

  • Buongiorno, leggo che il latticello ammorbidisce il glutine nell’impasto ma io devo usare farine senza glutine, l’indicazione vale lo stesso? Vorrei provare i pancakes per la colazione della domenica :)
    Grazie, Betty

  • Ciao Mirna, non te lo consiglio. Potresti preparare gli ingredienti secchi da una parte e misurare da parte gli altri ingredienti.. cosi la mattina devi solo unirli e mescolare ;)

  • Ciao :) volevo chiedere se si può preparare la pastella alla sera prima…per cuocerli subito al mattino! :) grazie

  • Ciao Laurel, io i pancakes li preparo per me ma non riesco a mangiarli tutti insieme. Posso prepararli e poi lasciarne alcuni anche per la merenda o la colazione del giorno dopo?

  • Ciao Luana, non ho ancora sperimentato con le farine alternative, ma così di istinto ti direi che é più adatta la farina di riso

  • Grazie per la ricetta. Sono venuti buonissimi! Ho sostituito il latte o latticello con latte di cocco e mandorla…l’unico che avevo…e ha dato una leggerezza e un sapore che legava benissimo con la nutella spalmata sui pancakes!

  • Ciao Gaia, non lo consiglio. Potresti invece fare cosi: preparare gli ingredienti secchi da una parte, e dall’altra prepari il latticello col uovo che terrai in frigo. Subito prima di cuocere dovrai solo unirli con il burro fuso.

  • Grazie! Grazie! Grazie! Finalmente la ricetta perfetta. Risultato del tutto paragonabile ai memorabili pancakes mangiati a casa di mio cugino in America!
    Ammetto di essermi commossa, senza vergogna. :-)

  • Ciao!
    Cercavo una ricetta sempplice e veloce per fare i pancake, quindi ti ringrazio perché per la mia non molta perizia in cucina andava benissimo! Ho usato il latte e basta, ma la prossima volta proverò con questa tua versione del latticello! :)

  • Sono riuscita a trovare il latticello!!!! Ho sostituito il burro con l’olio solo per velocizzare: buonissimi e belli “cicciosi”! Grazie davvero!

  • Le ho fatte stamattina a colazione, ottime!
    Non ho usato tutta la pastella, posso conservarla in qualche modo? Per quanto tempo?
    Help! Grazie!

  • Grazie davvero. Oggi devo svegliare mio figlio prima del suo solito orario vacanziero e posso aprofittare delle mie ferie…. sciroppo d’acero in dispensa per l’occasione..
    Il difficile sarà non mangiarli tutti io!!

  • Faccio spesso i pancakes seguendo la tua ricetta e devo dire cono veramente buoni! In famiglia ne siamo tutti ghiotti! Puoi consigliarmi un buon sciroppo d’acero? Ho letto che è facile prendere “fregature” e che spesso quello in commercio non è puro..
    Grazie, Elisa

  • Sublimi! ho provato diverse ricette, ma questa è di gran lunga la migliore (anche con il latticello “artigianale”).. Grazie per averla condivisa :)

  • Mi permetto di rispondere al posto della padrona di casa e ti dico che ogni farina è diversa e può variare di molto l’assorbimento di liquidi, per cui quando vedi una ricetta anche se si tratta di pasticceria, l’esperienza fa la sua parte ed hai fatto bene ad aggiungere altro liquido.

  • Va più che bene visto che è l’equivalente di farina per torte che usiamo qui almeno per quello che riguarda l’aspetto… In realtà nel sud dell’india molto spesso è il prodotto di raffinazioni di farine di vario tipo, dalla tapioca a quello che capita e poi vengono sbiancate con l’ammoniaca. Se fossi in te eviterei di usarla o di cambiare nazione…

  • Ciao,
    Dopo mille tentativi con risultati deludenti, finalmente mi hai fatto preparare i pancake perfetti. Ricetta fantastica, grazie di cuore.
    Anche la mia famiglia ti ringrazia tanto :-)

  • Mamma mia!! Assolutamente fantastici! Ho provato tante ricette diverse ed i miei pancakes erano sempre un po’ gommosi….la tua ricetta e i tuoi consigli sono stati preziosi!! Finalmente dei pancakes soffici e delicati! Grazie mille, Annamaria

  • Ciao Teresa, l’impasto deve essere più’ compatto rispetto al impasto delle crepe, quindi va un po’ spalmato con un cucchiaio. Detto questo, ogni farina assorbe liquidi in un modo diverso, quindi magari la farina che hai usato tu era leggermente diversa della mia. Consiglio sempre di aggiungere un pochino di latte per raggiungere la consistenza desiderata. Grazie!

  • Ciao, li ho fatti, sono buonissimi, mio marito che li desiderava da tempo ne era entusiasta!
    Volevo chiederti una cosa, la consistenza della pastella come deve essere? A me è venuta parecchio compatta, quando la mettevo nella padella dovevo spanderla con il cucchiaio perchè da sola non lo faceva.
    Pur avendo rispettato le dosi, vorrei capire se e dove ho sbagliato.

    Thank you so much!

  • Ciao Susanna la Maida è una farina bianca che assomiglia molto ad un amido puro, prova a ridurre le quantità in quanto assorbe molto liquido.

  • Buongiorno ottima ricetta!
    Ho seguito il procedimento alla lettera solo che l’impasto finale è venuto molto viscoso, ho fatto difficoltà a metterlo in padella; così ho pensato bene di aggiungere un pochino di latte. Ho anche notato che non gonfiavano molto, meglio aggiungere più lievito o più bicarbonato?
    Il gusto era comunque impeccabile! ;)

  • Purtroppo no, Paola. Il bicarbonato comincia a lievitare subito a contatto con l’acido del latticello, quindi perde potenza se lasci l’impasto in frigo. Potresti preparare pero’ gli ingredienti secchi da una parte, e quelli “umidi” da un’altra e unirli l’ultimo. Io faccio cosi!

  • Eventualmente si può preparare l’impasto la sera prima conservandolo in frigo e dando solo una veloce mescolata prima di cuocerli?

  • Fatti stamattina… alzata all’alba per preparare il tutto…
    Sofficissimi e goduriosi!!!
    Grazie della ricetta, il tuo blog è una garanzia!!! ;)

  • Ciao Laurel, io vivo in India e non si trova la farina 00 o quanto meno è difficile capire quale sia l’equivalente. Qui usano la Maida. Credi vada bene? Ogni volta che faccio dei dolci però vengono sempre molto pesanti, anche la torta di carote che dovrebbe essere sofficissima, assume più l’aspetto di un blocco di cemento. Sapore ok ma consistenza proprio non ci siamo. Sai cos’è la Maida?
    Grazie

  • Si! Anche se in generale l’impasto per i waffle contiene più zucchero e più grasso rispetto ai pancakes, per dare quel “crunch” caramellato :)

  • Hi Laurel, I’m a Canadian living in Italy and must say that your recipes are a great help for me, it’s nice to be able to find recipes from back home while living here in Italy, many things I know how to make but still love reading your write ups to each recipe, keep up the good work and will continue sharing your blog with my Canadian friends in Italy group, hugs and have a nice day.
    PS- hope you can come to Torino sometime in the future, would enjoy meeting you??

  • Complimenti e grazie!
    Nel lontano 2004 andai in crociera con mia moglie e mangiamo i fantastici pancakes.
    Da allora abbiamo provato le più svariate ricette sedicenti fantastiche e gustose ma NESSUNA si avvicinava ai veri pancakes gustati a bordo. Non si contano le mille mila rivisitazioni per aumentarne il volume né le altrettante versioni “veloci” che si trovano sul web da fare con il bimby (ma per piacere, me li chiamate pancake quelli ammassati con il bimby? ). Alla fine ci siamo convinti che era l’aria vacanziera e di mare a farci sembrare più gustosi i cibi e che alla fine, bene o male, il sapore, morbidezza ed altezza erano quelli che per anni abbiamo tentato di replicare invano (tra cui sbattere a parte gli albumi).
    Ci sbagliavamo! Sbagliavamo perché QUESTA é la vera ricetta, quella dei deliziosi ed inimitabili pancake gustati in crociera!
    Per questo, e per averci fatto rivivere un bellissimo ricordo ti diciamo semplicemente, GRAZIE! :-)

  • Ciao Francesca! Se sei intollerante al lievito prova a mescolare assieme un cucchiaino di aceto con una punta di bicarbonato e aggiungi la schiumetta che si forma all’impasto! Io uso questo trucco al posto del lievito per fare la Red Velvet Cake e viene bella alta

  • Buongiorno Laurel, premesso che amo mangiare ed un po’ meno cucinare, vorrei provare a fare i tuoi pancake che invece solitamente compro al supermercato reparto congelati???????????? Ebbene, non mi sembra ci siano particolari difficoltà a parte un piccolo dubbio sul latticello; il latte dev’essere intero o parzialmente scremato? Lo yogurt, presumo un semplice yogurt magro e per finire 4/5 gocce di limone? Grazie…….un saluto

  • non mangio uova per motivi etici,sono rigorosamente vegetariana,ci sono tanta ricette di
    pankake senza uova,ma la tua mi incuriosisce molto,anche perche’ ho spesso del latticello
    e a volte lo butto,Si possono fare senza uovo?
    Grazie.

  • Appena fatti e…sono fenomenali! Devo lavorare ancora un po’ sulla forma ahahah ma complimenti,gusto impeccabile!! ????????

  • Ciao Elisabetta! Puoi provare ma con le farine alternative bisogna sempre modificare le dosi perché assorbono in modo diverso i liquidi. Per il latte di soia e lo zucchero di canna invece non ci sono problemi :)

  • Amari???? Non è che hai usato il dolcificante?Molti sono creati per dolcificare e non per la cottura nel caso ecco il motivo…un altro…occhio alla padella rigorosamente in ghisa xke molte antiaderenti lasciano un residuo amaro sui cibi!
    Per la ricetta? Fantastica! Mi ha riportato alle mattine negli usa con ciambelle pancake e caffè americano! Che ricordi e che profumo! Ritrovato con questa super ricetta! Grazie Laurel!

  • Ciao Francesca, non saprei come consigliarti per farli senza lievito.. magari ci saranno altre ricette in giro per il web per pancakes senza lievito ma questi secondo me verrebbero troppo dure senza… mi dispiace!

  • Salve Laurel, ho sperimentato le Sue ricette dei pancakes e dei burger buns. Sono davvero ottime, il risultato è perfetto e grande la soddisfazione! Grazie e buon lavoro.
    Monica

  • Ciao Lauren,
    Complimenti per la ricetta. Io sono intollerante al lievito, posso farle anche senza?
    Grazie Francesca

  • Ho fatto l’impasto e ho fatto i pancakes come hai scritto tu,però mi sono venuti amari????qualche spiegazione? Non so proprio spiegarmelo

  • Ciao Laurel,
    oggi abbiamo provato a farli e sono venuti soffici e dopo un paio abbiamo capito che è meglio cuocerli sul fuoco piccolo del caffè per evitare di sbruciacchiarli. L’unico dubbio è la consistenza del preparato; abbiamo seguito le dosi e il preparato va tuttavia appiattito con la paletta, è corretto o dovrebbe essere un filo più liquido in modo che faccia tutto da solo?

  • Buonissimi!!! Fatti stamatina e finiti in unattimo. Grazie per il tuo sito e le tue ricette. Brava Laurel!!

  • Ciao Laurel! Stamattina ho provato questa ricetta per colazione e i pancakes sono riusciti davvero buoni come tutte le altre tue ricette che ho fatto!!
    Grazie mille sei bravissima!!

  • Ciao Gianluca! Sono giusti così, i pancakes devono aver un gusto neutro, poco dolce e poco salato. Il dolce viene aggiunto come topping, con lo sciroppo d’acero, miele, marmellate e altre farciture. :)

  • Ciao Laurel, ho fatto la ricetta dei pancake proprio adesso, sono buonissimi!!! Volevo farti una domanda, a me sono venuti con il retrogusto un pizzico salato (che a noi piace). Ho sbagliato qualcosa o è giusto così? Grazie mille per tutte le buonissime ricette che condividi con noi.

  • Laurel sei bravissima e simpaticissima e i pancakes sono una bomba!! Me ne sono innamorata! Non vedo l’ora di venire negli USA per assaggiarli nel loro paese di origine :)

  • Lauren benedico il giorno che ho trovato il tuo blog!!!!! Finalmente anche io so preparare i pancakes con la tua ricetta seguita passo passo!!!! GRAZIEEEEEE

  • Ciao Laurel, ho passato il fine settimana di ferragosto in montagna vicino Roma, dove ho una casa di famiglia. Con me c’erano anche zii e cugini, insomma un bel gruppo di peraone. La domenica mattina mi alzo con una gran fame e con una gran voglia di preparare la colazione per tutti.
    Apro il tuo sito (che da quando mi ha rivelato la ricetta del brownie mi fa fare ottime figure fra amici e conoscenti) e vedo quella montagna di pancakes!
    Ovviamente ho improvvisato e ho variato qualcosina, ad esempio non avevo lo jogurt normale ma ho usato quello greco senza grassi che avevamo in frigo (ho pensato che mescolandolo un po’ diventa cremoso e ha comunque il retrogusto acidulo come indicava tu).
    Avevamo preparato della crema pasticcera il giorno prima e mi erano avanzati gli albumi di due uova (non li ho montati, ma solo un po’ sbattuti con la forchetta).
    Beh il risultato è stato grandioso e tutti hanno gradito!
    Grazie mille!!!

  • Ciao Danilo, consiglio comunque di cuocerli subito prima di mangiarli. Potresti usare 3 o 4 padelle contemporaneamente per cuocerli più velocemente. Così dovrai fare solo due o tre turni.

  • Ciao! Innanzitutto complimentoni per le ricette, vengono tutte benissimo e non si resta mai delusi. Ho un consiglio da chiedere: devo preparare un brunch per circa 12 persone. È veramente indispensabile che i pancake siano cotti al momento? perchè questo allungherebbe di molto i tempi, se volessi prepararne due a testa passerei un’ora del tempo a cuocere pancakes! Consigli?

  • Posso usare la farina d’avena l? Complimenti per le ricette mio figlio adora i pancake e ora mi ha chiesto di usare farine alternative grazie

  • Gli ho preparati per il c 12^compleanno di mia sorella, gli hanno adorati tutti .
    Gli ho cucinati in poco e ne sono uscita solo con un dito scottato ????
    È normale che succeda qualcosa mentre cucino.
    Sopra come glassa però ho preferito il cioccolato, non mi piace lo sciroppo d’acero.
    Sono squisiti è semplici da fare ????????
    Prossima ricetta brownies ????

  • Complimenti!!! i migliori pancakes che abbai mai fatto, e ne ho provate tante di ricette. Sipegazione chiarisimma, risultato fantastico.
    grazie

  • Ciao Laurel, la tua ricetta per i pancakes è fenomenale e li faccio spesso.
    Siccome alla mattina il tempo non è mai abbastanza, pensi che potrei preparare un pancake mix da tenere in dispensa mescolando tutti gli ingredienti secchi?

  • Ciao! A Miami avevo mangiato i pancakes con farina integrale.. Secondo te basta sostituire la farina o bisogna fare qualche altra modifica? Grazie!!

  • Ciao Marco! Puoi tranquillamente raddoppiare le dosi. Non ti consiglio di preparare l’impasto la sera prima per il problema del lievito ma anche perché il burro sciolto nel impasto si solidifica in frigo. Potresti invece mescolare insieme tutti gli ingredienti secchi (i primi 5 ingredienti) e conservarli fuori il frigo, e mescolare in un’altra ciotola il latticello e le uova da conservare in frigo. Il giorno dopo dovresti solo aggiungere il burro sciolto al latticello e uova, e unirli al composto di farina. In questo modo ottieni un’impasto perfetto in pochissimo tempo!

  • Complimenti, ormai ho deciso che la domenica devo fare la colazione con i pancakes! Avrei tre domande: ma se volessi raddoppiare la dose della ricetta da 5 grandi pancakes a 10 grandi, dovrei semplicemente raddoppiare la dose di ogni ingrediente? Se volessi prepararlo la sera prima, potrei fare l’impasto senza lievito e bicarbonato, e potrei aggiungerli poco prima dell’uso? Se mi confermi che si può fare, l’impasto deve riposare a temperatura ambiente per qualche minuto prima di cuocerlo? Grazie, scusa il disturbo.

  • Ciao Laurel,
    grazie per questa deliziosa ricetta.
    Faccio da sempre i pancakes ma spesso uso il preparato che si compra in alcuni supermercati… questa tuoi pancakes sono favolosi!
    L’unico inconveniente è che il centro mi rimane un po’ liquido (o crudo), a meno di non “bruciare” l’esterno… hai qualche suggerimento?

  • Ciao Ilaria, no l’albume non va montato da parte, e l’impasto deve rimanere un po’ liquido ma non troppo. Se ti risulta troppo liquidi potresti aggiungere un cucchiaio di farina.

  • Io ho notato che l’impasto è molto meno liquido rispetto alle altre ricette…..

    Ps: L’albume non andrebbe montato a neve a parte?

  • Ho provato varie ricette dei pancake ma la tua è strepitosa, il libro è stupendo. Per adesso ho provato anche i muffin anche questa è strepitosa . Poi mi hai fatto scoprire il latticello non lo abbandonero’ mai più. Grazie mille di farci scoprire le ricette migliori della tua terra pian piano le proverò tutte.

  • Laurel ma io ti adoro! *-* Finalmente ho trovato la Ricetta perfetta dei pancakes! Grazie e complimenti per tutte le tue ricette appetitose :)

  • Ciao Eli! Non puoi lasciare l’impasto tutta la notte perché il bicarbonato comincia a lievitare appena tocca il latticello. Potresti portarti avanti dosando e mescolando insieme gli ingredienti secchi (la farina, lo zucchero, i lieviti, ecc). Così la mattina dovrai solo mescolare insieme il latticello col uovo e burro e unire tutto.

  • Ciao Laurel! Ho il tuo libro e da tempo avevo “puntato” questa ricetta ma… posso fare l’impasto la sera, lasciarlo in frigorifero tutta la notte e la mattina cuocerli? Grazie, ciao!

  • C’è tempo fino al 20 aprile per iscriversi alle selezioni della nuova stagione di Masterchef. Per partecipare è necessario aver compiuto 18 anni, essere dei cuochi amatoriali (ovvero non aver mai lavorato nel campo della ristorazione a livello professionale) e compilare l’apposito form sul sito: masterchef.sky.it/casting

Lascia un commento