Cheesecake alle castagne


Se siete in cerca di un dolce inusuale per celebrare le Feste, la vostra ricerca finisce qui. Questo cheesecake è un fuoriclasse nel suo genere. E non sto scherzando. Le castagne danno un sapore profondo e inebriante al  ripieno morbido e cremoso. Io l’ho guarnito con marron glacés, ma la prossima volta li farò prima a pezzetti, per renderli più semplici da mangiare. Non che abbia bisogno di incoraggiamento per essere mangiato: quando l’ho servito come dessert è finito ancora prima che riuscissi a dire “Buon Natale”.

Rimanete sintonizzati sul blog nelle prossime settimane, sono tornata a casa per le vacanze e posterò ricette, foto e video direttamente dal Texas e dal Messico!

Per la base

  • 160 g di biscotti digestive sbriciolati (frullati nel robot da cucina fino ad avere un composto fine e uniforme)
  • 60 g di burro fuso, più un po’ per imburrare.
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 castagne cotte, sbucciate e tritate finemente

Scaldate il forno a 170°C. Mescolate tutti gli ingredienti con una forchetta. Spennellate di burro fuso la base e le pareti di uno stampo a cerniera di 28 cm. Schiacciate il composto sul fondo dello stampo aiutandovi con il fondo di un bicchiere. Cuocete finché inizia a scurirsi sui bordi, per circa 13 minuti. Sfornate e fate raffreddare mentre preparate la farcitura.

Per la farcitura

  • 280 g di castagne cotte e sbucciate
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 4 marron glacé
  • 1 kg di formaggio Philadelphia, ammorbidito a temperatura ambiente per 30 minuti
  • 250 g di zucchero
  • 3 uova, a temperatura ambiente
  • 3 tuorli, a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di succo di lime (o limone)
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (liquida)
  • 2 cucchiai di rum
  • 2 cucchiai di farina
  • 100 g di yogurt bianco
  • 10 marron glacé, per decorare

Fate la crema di castagne: Mettete le marron glace e le castagne cotte e sbucciate in un pentolino su fuoco alto, coprite con acqua fredda e unite un cucchiaino di zucchero. Portate a ebollizione quindi abbassate il fuoco e fate cuocere per 10 minuti.  Frullate il composto per ottenere una crema liscia. Mettete da parte 1 cucchiaio di crema per preparare lo sciroppo di castagne (ricetta segue).

Scaldate il forno a 175°C. Lavorate il formaggio Philadelphia con lo zucchero per circa un minuto, solo fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi.

Unite le uova, una alla volta, raschiando la ciotola e lavorando il composto finché è appena omogeneo. Unite il succo di limone, l’estratto di vaniglia e il rum. Quindi unite la farina.

Aggiungete la crema di castagne e lo yogurt, mescolando solo il necessario per amalgamare il tutto, ma non lavorato troppo il composto.

Avvolgete l’esterno dello stampo a cerniera con alluminio per per evitare che entri dell’acqua mentre cuoce a bagnomaria.

Versate il ripieno sulla base cotta e raffreddata nello stampo a cerniera, e sistematelo in uno stampo o teglia più grande in cui bisognerà versare acqua bollente fino a coprire circa la metà dello stampo che contiene il cheesecake.

Infornate a 175°C per circa 50 minuti o finché la torta è quasi soda ma con il centro (con un diametro di circa 10 cm) è ancora leggermente tremolante. Togliete lo stampo dall’acqua e trasferitelo stampo su una griglia. Passate la lama di un coltello lungo il bordo della torta e fate raffreddare del tutto (2-3 ore). Mettete la torta in frigorifero per almeno 4 ore. Togliete il bordo dello stampo e mettete la cheesecake su un piatto. Servite la torta a temperatura ambiente e decorate con le marron glacé e lo sciroppo di castagne (ricetta segue).

Sciroppo di castagne:

  • 80 ml d’acqua
  • 60 ml di rum
  • 1 cucchiaio di crema di castagne (vedi ricetta precedente)
  • 50 g di zucchero
  • 1 noce di burro (15 g)

Unite tutti gli ingredienti in un pentolino e fate bollire per circa 10 minuti. Fatelo raffreddare finché sarà tiepido e prima di usare per decorare la cheesecake.

25 Comments

  • Desidero inoltre chiederti se posso usare il preparato di castagne per vermicelles ( mont Blanc )
    Grazie di cuore.

  • Ciao. Innanzitutto complimenti. Mi stuzzica molto il tuo cheese cake essendo un’armante di questo frutto autunnale. Potrei sapere le dosi per uno stampo da 18 cm?

  • ciao sono una blogger e devo confessare che ti adoro e adoro le tue ricette da buona toscana quando ho visto castagne mi si sono illuminati gli occhi e sicuramente la rifarò deve essere favolosa ,grazie per regalarci queste ricette buonissime.
    sonia
    quattropassincucina

  • Ciao, finalmente dopo millemiela ricerche trovo una ricetta degna di una vera cheesecake con crema di marroni fatta in casa! Solo una domanda, forse stupida, ma è giusto un chiarimento: alla fine della cottura delle castagne e dei marroni, prima di passarli vanno scolati? O vanno frullati con la loro acqua di cottura?
    Grazie :)

  • Ciao, devo già essere ingrassata qualche etto guardando le tue ricette, non oso pensare a quando le proverò!
    Pensi che si possa usare anche la farina di castagne per questo dolce?
    Grazie!

  • Ciao Alessandra. Sarebbero meglio lessate le castagne.. Ma devo ammettere che io di solito compro quelle sotto vuoto, già cotte e sbucciate.. molto più comodo!

  • Ciao, perdona l’ignoranza, ma come devono essere cotte le castagne? Lessate? O al forno? Grazie e complimenti!!!

  • Ciao, è un piacere sapere che hai anche un blog! Ti avevo visto a una puntata di “In cucina con Ale” e mi ero letteralmente innamorata della tua key lime pie!! E ora ti ritrovo per caso sul web ^_^.
    Questa torta è davvero ottima! Se avrai voglia di sbirciare nel mio blog di cucina ne sarò onorata. Un saluto e buone feste!
    Questo è il mio blog: http://fashionflavorscooking.blogspot.com/

  • Ciao Flavia, grazie mille per i complimenti! Per la torta, io ti posso assicurare i risultati usando la Philadelphia ma in teoria dovrebbe andare bene qualsiasi formaggio cremoso e non di sapore troppo forte. Grazie ancora, e buone feste!

  • Ciao!!! Innanzitutto complimenti… sia io che mia sorella abbiamo il tuo primo libro… lo trovo formidabile, proprio come il tuo blog…
    Una domanda: che formaggio potrei usare a posto del Philadelphia? La robiola potrebbe andar bene?
    Grazie!!!
    Flavia

Lascia un commento